Crea sito

MISTERO! Alla scoperta delle energie sottili del castello di Morsasco

Al castello di Morsasco, sabato 5 dicembre 2015 è tempo di Mistero: un viaggio alla scoperta della geometria misteriosa e del potenziale energetico del castello con Gianni Cerruti. Radioestesista e rabdomante, noto al grande pubblico per la sua partecipazione a Mistero, il programma di Italia1, con un puntata dedicata alla Sacra di San Michele ha compiuto un approfondito studio sull’insediamento del castello e del borgo medievale, riscontrando molti elementi di grande interesse.

La visita guidata, preceduta da una breve conferenza introduttiva, è dedicata alla scoperta di quella che viene definita la ‘geometria sacra’, le cui conoscenze sono state applicate fin dalle prime costruzioni megalitiche e, in generale, in tutti gli edifici sacri per permettere una migliore connessione con il Divino.

Da sempre i luoghi sacri sorgono nei punti di incrocio di queste griglie (dolmen, menhir, piramidi, templi, chiese romaniche, cattedrali gotiche, ecc…), dove è presente un’intensa forza energetica che può essere canalizzata ed utilizzata dall’uomo a fini guaritivi e spirituali.

Questi luoghi hanno sempre un denominatore comune: sono costruiti sopra vene acquifere, incroci delle medesime, falde o linee sincroniche, e, comunque punti particolari di energia tellurica.

Il sito del castello presenta un interessante incrocio di linee “sincroniche”, le cosiddette LEY LINE che sono conduttori di energia sottile, che percorrono per lunghe distanze la terra, in grado di canalizzare e catalizzate le enormi  forze dell’Universo .  Costituiscono una rete di tracciati che uniscono luoghi ad alta energia distanti anche centinaia di chilometri. Alfred Watkins e William Lewis scoprirono alcune linee, le più importanti uniscono Carnac in Francia, con Karnac  in Egitto ,passando per il centro di Lione e per i Fori Imperiali a Roma.

Molte altre ancore scoperte potrà fare il visitatore che verrà accompagnato da Gianni Cerruti a passo a passo durante la visita.

Posto in posizione dominante sulle colline dell’Alto

Castello di Morsasco. Ph. Davide Tama.

Castello di Morsasco. Ph. Davide Tama.

Monferrato si presenta come un’imponete costruzione sul culminale della collina.

Morsasco viene fondato dagli abitanti di Placiano, un antico insediamento celto-ligure posto su una bassa collina prospiciente l’attuale insediamento. La tradizione tramanda la storia che gli abitanti di Placiano avessero costruito una torre di avvistamento con un ricetto nel luogo dove ora sorge il castello in cui rifugiare le donne, i bambini e le provviste della comunità in caso di attacco. Con la decadenza dell’impero romano e delle continue scorrerie barbariche, tra cui anche quelle dei Saraceni, popolazioni berbere che compivano razzie sul territorio ligure- piemontese, Placiano risultava sempre più difficilmente difendibile . I documenti storici ci dicono che con la distruzione di Placiano nei primissimi anni del ‘200 la popolazione abbia dato vita al borgo di Morsasco.

I turni di visita sono alle 14.00 e alle 17.00 esclusivamente su prenotazione. Costo della visita guidata al castello con conferenza iniziale è di 15€. Per prenotazioni tel. +39 3343769833