Crea sito
MISTERO! Alla scoperta delle energie sottili del castello di Morsasco

MISTERO! Alla scoperta delle energie sottili del castello di Morsasco

Al castello di Morsasco, sabato 5 dicembre 2015 è tempo di Mistero: un viaggio alla scoperta della geometria misteriosa e del potenziale energetico del castello con Gianni Cerruti. Radioestesista e rabdomante, noto al grande pubblico per la sua partecipazione a Mistero, il programma di Italia1, con un puntata dedicata alla Sacra di San Michele ha compiuto un approfondito studio sull’insediamento del castello e del borgo medievale, riscontrando molti elementi di grande interesse. La visita guidata, preceduta da una breve conferenza introduttiva, è dedicata alla scoperta di quella che viene definita la ‘geometria sacra’, le cui conoscenze sono state applicate fin dalle prime costruzioni megalitiche e, in generale, in tutti gli edifici sacri per permettere una migliore connessione con il Divino. Da sempre i luoghi sacri sorgono nei punti di incrocio di queste griglie (dolmen, menhir, piramidi, templi, chiese romaniche, cattedrali gotiche, ecc…), dove è presente un’intensa forza energetica che può essere canalizzata ed utilizzata dall’uomo a fini guaritivi e spirituali. Questi luoghi hanno sempre un denominatore comune: sono costruiti sopra vene acquifere, incroci delle medesime, falde o linee sincroniche, e, comunque punti particolari di energia tellurica. Il sito del castello presenta un interessante incrocio di linee “sincroniche”, le cosiddette LEY LINE che sono conduttori di energia sottile, che percorrono per lunghe distanze la terra, in grado di canalizzare e catalizzate le enormi  forze dell’Universo .  Costituiscono una rete di tracciati che uniscono luoghi ad alta energia distanti anche centinaia di chilometri. Alfred Watkins e William Lewis scoprirono alcune linee, le più importanti uniscono Carnac in Francia, con Karnac  in Egitto ,passando per il centro di Lione e per i Fori...
Alle origini del gusto, mostra a Palazzo Mazzetti

Alle origini del gusto, mostra a Palazzo Mazzetti

Ritorna a Palazzo Mazzetti, ad Asti, una bella mostra dedicata al mondo antico italiano, dal 7 marzo al 5 luglio 2015. “Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell’Italia antica” si ispira alle linee guida dell’Expo 2015 di Milano: “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”, quando ricordano che “la qualità e la genuinità del cibo vanno di pari passo con la tradizione consolidata nelle attività di coltivazione e di allevamento dei popoli e delle comunità locali, frutto di esperienze millenarie sulle quali oggi si innestano forti innovazioni scientifiche e tecnologiche”. La mostra, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e Fondazione Palazzo Mazzetti, curata da Adele Campanelli e Alessandro Mandolesi, conduce il visitatore in un viaggio alle origini del comportamento alimentare italiano in un contesto, Asti e il suo territorio, rinomato per una produzione agro-alimentare che affonda le radici in un passato ricco di testimonianze locali. Partendo dall’invito a un banchetto di età romana in un itinerario a ritroso nel tempo, anche attraverso approfondimenti su alcuni significativi prodotti della terra (grano, olio, vino) si compone un quadro esaustivo delle abitudini alimentari e produttive dei maggiori popoli antichi che vissero in Italia. Un’impostazione innovativa e originale basata sull’incontro fra archeologia e tecnologia dove le ricostruzioni delle attività e delle consuetudini alimentari dei Romani focalizzeranno, di volta in volta, situazioni singolari relative alle altre importanti civiltà che si sono sviluppate sul territorio italiano: dai Greci agli Etruschi, fino agli Italici. Le conoscenze sulla produzione e sulla cucina romana, e in parte anche greca ed etrusca, sono vaste e basate su fonti di natura molteplice: letterarie, archeologiche, paleo-ambientali. Notevole...
Castelli Aperti 2014: tutte le aperture del 14 settembre

Castelli Aperti 2014: tutte le aperture del 14 settembre

Ultimi scampoli di sole: perché non approfittarne per una gita alla scoperta dei bellissimi castelli del Piemonte? Di seguito ecco la lista delle aperture. Per ulteriori informazioni sui castelli e le dimore storiche, visitate come sempre il sito ufficiale di Castelli Aperti; per essere sempre aggiornati su eventi e manifestazioni, mettete un “Mi piace” alla nostra pagina Facebook oppure seguite il nostro profilo Twitter. Provincia di Alessandria CASTELLO DI CREMOLINO E CASTELLO DI MORSASCO: apertura straordinaria il 14 settembre CASTELLO DI PIOVERA unico turno di ingresso ore 15.30 CASTELLO DI POZZOLO FORMIGARO ore 15.00-18.30 CASTELLO DI UVIGLIE A ROSIGNANO MONFERRATO ore 10.30 (visita guidata previo appuntamento) CASTELLO DI TRISOBBIO ore 10.00–13.00 e 15.00–19.00 (visita libera) MUSEO CIVICO E ARCHEOLOGICO AD ACQUI TERME ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00 (visita libera) MUSEO LA TORRE E IL FIUME A MASIO ore 15.00-18.30 (visita libera) VILLA LA SCRIVANA A VALMADONNA 15.00-17.30 (visita libera del parco e cappella) PALAZZO TORNIELLI A MOLARE ore 15.30 – 18.30 Le altre aperture PALAZZO MAZZETTI (Asti) – CASTELLO DEGLI ACAJA DI FOSSANO (dalle ore 15.00 alle ore 18.00 Partenze dei gruppi con i seguenti orari: 15.00-15.45-16.30-17.15–18.00) CASTELLO DI GOVONE ore 10.00–12.00 e 15.00 – 18.00 CASTELLO DI MONESIGLIO ore 15.00–18.00 CASTELLO DI PRUNETTO ore 14.30–18.00 CASTELLO DI MONTICELLO ore 10.00–12.00; 14.30–18.30 CASTELLO DEL ROCCOLO DI BUSCA ore 10.00–19.00 CASTELLO REALE DI RACCONIGI: ore 9.00-19.30 CASTELLO DI SALICETO visite guidate ore 15.00 e 16.30 CASTELLO DI SERRALUNGA: ore 11.0-13.00; 14.00-18.00 – Ultima visita ore 17.15. CASTELLO DELLA MANTA ore 10.00–18.00 CASTELLI TAPPARELLI D’AZEGLIO A LAGNASCO ore 9.30–12.30; 14.30–18.30 CASTELLO DI ROCCA DE’ BALDI – MUSEO ETNOGRAFICO PROVINCIALE ore 14.30–18.30 GIARDINI DI VILLA BRICHERASIO...
Aperture e chiusure straordinarie in agosto

Aperture e chiusure straordinarie in agosto

Le piogge torrenziali che stanno martellando l’Italia (e il Piemonte) sono una bella occasione per visitare i castelli della regione e scoprire tesori d’arte e cultura. Qui di seguito indichiamo un po’ di aperture e chiusure straordinarie per il mese di agosto, in modo che possiate organizzare meglio la vostra gita (sperando sempre in una bella giornata: dopotutto, è agosto!) Villa Schella di Ovada rimarrà chiusa al pubblico il 3 agosto. Sempre il 3 agosto, riapre invece il Castello di Prasco, che sarà visitabile dalle 15.00 alle 18.00 anche il 10, 15, 17, 24 e 31 agosto. La visita è sempre guidata di persona dalla proprietaria del castello. Villa Ottolenghi di Acqui Terme sarà aperta in via eccezionale tutti i sabati a partire dal 2 agosto. Le visite guidate sono alle 17.00; l’ingresso è € 10,00, € 8,00 per gli studenti e sconto 10% per i soci Touring Club. Per informazioni e prenotazioni: +39 393 4504138, +39 0144 322177; +39 02 94699507, oppure cantina@borgomonterosso.com. Continuate a seguire questo post per eventuali...
Concorso #CrossHeritage: creativi cercansi!

Concorso #CrossHeritage: creativi cercansi!

Sei un creativo? Vuoi contribuire ad arricchire l’identità digitale delle Residenze Sabaude del Piemonte? Stiamo cercando giovani artisti tra i 18 e i 35 anni che scatenino la loro creatività social e digital per contribuire alla conoscenza e crescita del patrimonio culturale piemontese. Lo scopo del concorso #CrossHeritage è proporre un progetto per la produzione di una o più opere grafiche, fotografiche, video, o digitali per il web che forniscano nuovi strumenti  multimediali e social di conoscenza e fruizione delle dimore di Palazzo Reale, Villa della Regina, Castello di Agliè e Castello di Racconigi. l progetti  dovranno avere le seguenti caratteristiche indispensabili: – forte valenza comunicativa – ampio uso del mezzo web e dei social network – replicabilità nel tempo – indirizzati a pubblici trasversali – attenti a un pubblico con disabilità Il concorso, ideato dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte nell’ambito del Piano dell’Arte Contemporanea 2013, si avvarrà di una commissione che sceglierà 4 progetti tra tutte le proposte pervenute entro e non oltre il 4 agosto 2014. Ognuno dei progetti vincitori verrà abbinato ad una residenza e si guadagnerà un bonus di 2.400 € come rimborso spese e contributo alla produzione. Le opere partecipanti saranno rese pubbliche attraverso l’evento di presentazione a Torino a novembre 2014, la pubblicazione sul sito web della Direzione regionale per i Beni Culturali, in conferenze stampa e rassegne nonché in una brochure-catalogo dei progetti. Da mercoledì 9 fino al 4 agosto sarà possibile consultare e scaricare il bando sia da questo link che dal sito www.giovaniartisti.it. Fatevi...